Legge Bersani sull'assicurazione auto: cosa prevede e come si applica

La legge Bersani sull’assicurazione auto, in vigore dal 2006, garantisce alcuni importanti vantaggi agli automobilisti che stipulano una nuova polizza RCA. Vediamo nello specifico di cosa si tratta e chi può usufruire delle agevolazioni previste.

La Legge n° 248 del 4/08/2006, nota anche come “decreto Bersani sulle liberalizzazioni”, dal nome dell’allora ministro dello sviluppo economico, prevede la possibilità di assicurare un veicolo appena acquistato usufruendo della stessa classe di merito di un altro veicolo già assicurato, di proprietà del guidatore o di un del suo nucleo familiare.

Come è noto, il sistema Bonus Malus suddivide le assicurazioni in categorie dalla 1 alla 18, in ordine decrescente di convenienza (la prima classe è in assoluto la più “leggera”, la 18esima la più “salata”). La classe varia di anno in anno in relazione al comportamento dell’automobilista: se egli viene riconosciuto responsabile di un sinistro sale di due categorie (vedendo aumentare il premio da pagare), nel caso contrario retrocede di una (godendo di una diminuzione della tariffa). A norma di legge, ogni nuovo assicurato si vede assegnata la 14esima come categoria di partenza.

Ma con la legge Bersani, egli ha la facoltà di ereditare la classe di merito di un parente, ovviamente se essa risulta più conveniente. Il vantaggio è chiaro specialmente per i neopatentati, che possono evitare di partire dalla 14esima classe e, invece, beneficiare della stessa classe di un genitore o di un fratello.

Quali sono le condizioni per beneficiare della legge Bersani?

La legge Bersani si applica se:

  • La polizza del veicolo già assicurato è in vigore
  • I due veicoli sono della stessa tipologia (ad esempio automobile e automobile oppure motociclo e motociclo)
  • Il veicolo da assicurare è stato immatricolato (o ha subito il passaggio di proprietà, se usato) negli ultimi 12 mesi
  • I due veicoli sono intestati ad una persona fisica o a una ditta individuale
  • Il veicolo da assicurare è di proprietà dello stesso intestatario dell’altra polizza, del suo coniuge (in regime di comunione dei beni) o di un suo familiare stabilmente convivente (inserito nello stato di famiglia)
  • Il veicolo acquistato non è mai stato assicurato dal nuovo proprietario o da un componente del suo nucleo familiare

Attenzione: la polizza per l’assicurazione del secondo veicolo può anche essere stipulata con una compagnia assicuratrice diversa rispetto al primo.

Come usufruire della legge Bersani?

Per beneficiare della legge, è sufficiente rivolgersi alla compagnia assicuratrice con la quale vogliamo stipulare la polizza per il veicolo acquistato presentando:

  • i documenti di identità del nuovo intestatario del veicolo e del familiare dal quale intende ereditare la classe di merito
  • una copia dello stato di famiglia
  • attestato di rischio del familiare che gode della classe di merito più vantaggiosa
  • il libretto di circolazione dell’autovettura (completo di eventuale passaggio di proprietà definitivo)

Le tempistiche per la stipula della nuova polizza non differiscono da quelle necessarie per un normale contratto di assicurazione. Richiedi subito online un preventivo assicurazione auto Zurich Connect!